giovedì 3 maggio 2018

0 E ' stato un semplice abuso?

Signore, signori. Onorevoli colleghi,
E ' stato un semplice abuso?
L' hanno portata in un tetro portale, l'hanno penetrata 11 volte, vaginale, anale e orale, e tra battute e senza preservativo, l'hanno inondata dai più spregevoli fluidi della barbarie mentre lasciavano costanza in registrazioni sinistre e deliranti.
42 minuti, si ', si '... 42!
2.520 secondi dal più spaventoso e silenzioso panico a perdere la vita.
Fate l'esercizio di contare fino a 2.520, e fatelo in modo lento, eterno, infinito... e giustifichino che quello era solo un abuso, non uno stupro. Onorevoli colleghi, gli stessi che spiegano nell'auto che la vittima è stata abbandonata, nuda, accovacciata in posizione fetale in un angolo e contro il muro, mentre si sentiva urlare tra singhiozzi.
E non soddisfatti, l'hanno umiliata in tribunale chiedendogli perché non ha urlato più tempo, perché non ha strillato più forte, perché non ha resistito con più coraggio...
Vi rispondo: perché non volevo morire.
Perche ' ha scelto di resistere a 2.520 secondi di terrore prima di morire nelle fauci di delle iene consegnate a immaginabili e sbavare la sua innocenza.
Congratulazioni, onorevoli colleghi, la giustizia si è bagnata venerdì nel vomito di quella povera creatura. Gli stessi vomito che ancora oggi, e ogni giorno, deve soffrire nel ricordare le affondi nel loro corpo dei peni accaniti di quei 5 FIGLI DI PUTTANA.
Non e 'stato stupro, e' stato abuso.
Abuso... forse lo stesso che sentiamo oggi sulla mia terra, sapendo che l'etica, la giustizia e la verità... è messa nelle sue mani.
Carrasco Carrasco

I RIBELLI

I RIBELLI

Popular Posts

Blogger templates

 

Blogroll

About